IMPIANTO DI SELEZIONE

L’impianto di selezione rifiuti permette di selezionare i vari materiali provenienti dalle raccolte differenziate. Rappresenta l’ideale anello di congiunzione tra i cittadini (che effettuano la raccolta differenziata) ed i produttori finali di materiale riciclato.
“Pulisce” i rifiuti da raccolta differenziata e li avvia, privi di materiale estraneo, agli impianti produttivi. Un impianto di selezione è fondamentale nel processo di riciclo, poiché uno dei maggiori problemi nella raccolta differenziata è legato proprio alla presenza di materiale estraneo nelle diverse tipologie di rifiuti.

Dettagli

La Pavind ha una linea di trattamento del multimateriale secco non pericoloso proveniente dalla raccolta differenziata, dal ritiro di rifiuti speciali assimilabili ad urbani o dal ritiro di frazioni raccolte singolarmente. Lo scopo è quello di produrre rifiuti omogenei nel rispetto delle specifiche previste dai relativi consorzi di filiera.

Con una pala meccanica, il multimateriale viene versato in una tramoggia che lo immette sul trasportatore a catena. Alcuni operatori eliminano alcuni rifiuti merceologicamente non compatibili con la produzione prima che tutto il flusso venga selezionato dal vaglio rotante ottagonale.

Il Sopravvaglio, mediante un nastro trasportatore, trasferisce la frazione vagliata nella cabina di selezione dove viene ulteriormente selezionata manualmente da operatori e automaticamente da un separatore magnetico.

I prodotti omogenei ottenuti, vengono pressati e avviati ai circuiti ANCI – CONAI – COMIECO – COREPLA – COVERE – CIAL. Il processo permette di ottenere materiali omogeni di alta qualità e la pressatura in balle permette di ottimizzare i costi di trasporto.